Dicembre 2021 : Il Cuore immacolato di Maria ci chiama a illuminare la tenebra con la luce della fede e della santità

Pubblicato da

Il Cuore immacolato di Maria ci chiama a illuminare la fitta tenebra del nostro tempo con la luce della fede e della santità

I - Prima di cominciare...

Cari amici, cari giovani amici,

      Vi ringraziamo di cuore per i vostri numerosi messaggi di affetto e le vostre preghiere per suor Lidwine. Ci hanno molto colpito. Dalla morte della nostra suora, la salute di madre Magdeleine è peggiorata velocemente. Rimane tra noi a Saint-Pierre-de-Colombier ed è ben curata dal punto di vista medico, umano e spirituale. È completamente abbandonata alla volontà di Dio. Ci ha dato e ci dà un'ammirevole testimonianza di fedeltà allo spirito del nostro Padre e della nostra Madre. La affidiamo alle vostre preghiere e vi ringraziamo ancora per il vostro sostegno in questi tempi di prova che devono diventare tempi di grazia.

      La lettura patristica di San Cipriano dall'Ufficio delle Letture del venerdì della 34a Settimana Ordinaria è attuale e dovrebbe farci crescere nella speranza:
      “[…] fratelli carissimi, con mente serena, fede incrollabile e animo grande, siamo pronti a fare la volontà di Dio. Cacciamo la paura della morte, pensiamo all'immortalità che essa inaugura. Mostriamo con i fatti ciò che crediamo di essere. Dobbiamo considerare e pensare spesso che noi abbiamo rinunziato al mondo e nel frattempo dimoriamo quaggiù solo come ospiti e pellegrini. Accettiamo con gioia il giorno che assegna ciascuno di noi alla nostra vera dimora, il giorno che, dopo averci liberati da questi lacci del secolo, ci restituisce liberi al paradiso e al regno eterno. Chi, trovandosi lontano dalla patria, non si affretterebbe a ritornarvi? La nostra patria non è che il paradiso. Là ci attende un gran numero di nostri cari, ci desiderano i nostri genitori, i fratelli, i figli in festosa e gioconda compagnia, sicuri ormai della propria felicità, ma ancora trepidanti per la nostra salvezza. Vederli, abbracciarli tutti: che gioia comune per loro e per noi! Che delizia in quel regno celeste non temere mai più la morte; e che felicità vivere in eterno!

        Tra dieci giorni celebreremo la prima parte della festa della Madonna delle Nevi. Il programma è stato modificato a causa dell'ordinazione sacerdotale dei nostri frati Augustin, Jacques e Jean-Gabriel da parte di Mons. Jean-Louis Balsa, domenica 12 dicembre alle ore 10. La messa solenne di Nostra Signora delle Nevi sarà celebrata all'aperto sabato 11 dicembre alle 15. Una statua della Madonna delle Nevi sarà portata in processione all'inizio della Messa. Il rosario, i canti e le intercessioni a Nostra Signora delle Nevi seguiranno la Messa. La processione sulla strada pubblica non è possibile, ma tutti potranno salire, da soli o in piccoli gruppi, alla statua per affidare le loro intenzioni alla Madonna delle Nevi. Siamo convinti che il Cuore Immacolato di Maria diffonderà abbondanti grazie che ci permetteranno di vivere con fiducia in questo tempo di grande tempesta. Vi aspettiamo numerosi per vivere questa festa di Nostra Signora delle Nevi, che non sarà come le altre. Poiché le Messe sono all'aria aperta, non dimenticate di portare vestiti caldi.
    Entriamo con determinazione nel periodo di Avvento di un nuovo anno liturgico e non dimentichiamo che è il tempo della speranza. Vieni Signore Gesù, marana tha.

Preghiera introduttiva

     Vieni Santo Spirito… Padre Nostro… Ave Maria… Madonna delle Nevi, San Giuseppe, Beato Carlo di Gesù, San Francesco Saverio, san Nicolò, San Damaso, Sant’Ambrogio, Santa Lucia, Sant’Odilia, San Giovanni, Santo Stefano, Santi Innocenti, San Silvestro, Santi protettori, Santi Angeli Custodi.

Fioretto

     Gesù ci chiama a vivere le Beatitudini per essere la luce del mondo. Sforziamoci di vivere una Beatitudine ogni giorno.

Parola di Dio : Apocalisse 18, 19, 20.

     Questi tre capitoli possono aiutarci a vivere gli eventi del nostro tempo e a mantenere Fede, Speranza e Carità. Gesù è il Signore dei signori, il Re dei re, il vincitore. Non abbiamo paura. Il Regno di Cristo si sta avvicinando, verrà sicuramente.

II - Le rubriche del taccuino di cordata

1) Disciplina :

     Per illuminare le tenebre di questo mondo, la Vergine Maria ci chiama a una disciplina di vita attraverso l'osservanza dei 10 comandamenti e a vivere nel soffio dello Spirito seguendo Gesù e la Vergine Maria sulla via delle Beatitudini.

2) Previsioni :

      Viviamo al ritmo della Liturgia della Chiesa in questo tempo di Avvento. Prepariamo le nostre domeniche di Avvento, la nostra confessione, la solennità dell'Immacolata Concezione, la festa di Nostra Signora delle Nevi, la festa di Natale. Dal 26 al 31 dicembre, un ritiro per tutti. Non abbiamo paura di fare un ritiro, Dio dà il centuplo a chi gli dedica 5 giorni. Ogni battezzato è capace di fare un ritiro.

3) Consegna spirituale : “Il Cuore Immacolato di Maria ci chiama a illuminare la fitta tenebra del nostro tempo con la luce della fede e della santità.”

      Questa consegna spirituale si ispira alle locuzioni ricevute dal sacerdote italiano don Stefano Gobbi. Queste locuzioni sono raccolte nel libro blu, che gode dell'imprimatur di un vescovo ausiliario del cardinale Martini, arcivescovo di Milano. Questa consegna ci sembra molto attuale. I battezzati non devono rimanere inattivi in questo tempo in cui Lucifero, gli angeli ribelli e coloro che sono al servizio del Drago Rosso, della Bestia Nera e della Bestia travestita da pecora (Apocalisse cap. 12 e 13) vogliono costruire un altro ordine mondiale rispetto a quello voluto dal Creatore del mondo, Dio Trinità. Benedetto XVI aveva parlato dell'eclissi di Dio. Questa eclissi ha causato il grande male della fitta oscurità della nostra epoca, che rifiuta Dio e la legge naturale. Ma questo mondo creato da Dio è ancora amato dal suo Creatore. Deve essere evangelizzato di nuovo dai piccoli e poveri strumenti di Dio che siamo noi. Dobbiamo svegliarci, dobbiamo avere il coraggio di dire, sulla scia degli apostoli: “Dobbiamo obbedire a Dio piuttosto che agli uomini” (Atti 5,29). Alziamoci! Andiamo! (cfr. ultimo appello di San Giovanni Paolo II, poche settimane prima della sua morte).

  • Illuminare

    A La Salette, la Vergine Maria disse a Mélanie il 19 settembre 1846:
      “Chiamo gli Apostoli degli ultimi tempi, i fedeli discepoli di Gesù Cristo che hanno vissuto nel disprezzo del mondo e di se stessi, in povertà e umiltà, in disprezzo e silenzio, in preghiera e mortificazione, in castità e unione con Dio, in sofferenza e sconosciuti al mondo. È ora che escano e illuminino la terra. Andate e mostratevi come figli miei prediletti; io sono con voi, in voi, purché la vostra fede sia la luce che vi illumina in questi giorni di sventura. Il vostro zelo vi renda affamati della gloria e dell'onore di Gesù Cristo. Combattete, figli della luce, voi pochi che vedete, perché questo è il tempo dei tempi, la fine delle fini. La Chiesa sarà eclissata, il mondo sarà in costernazione. Ma ecco Enoch ed Elia pieni dello Spirito di Dio; essi predicheranno con la potenza di Dio e gli uomini di buona volontà crederanno in Dio, e molte anime saranno consolate; faranno grandi progressi per la virtù dello Spirito Santo e condanneranno gli errori diabolici dell'anticristo” (cfr. segreto integrale scritto da Melanie nel 1878).

      San Luigi Maria Grignion de Montfort aveva annunciato questi apostoli degli ultimi tempi:
      “Saranno veri apostoli degli ultimi tempi, ai quali il Signore delle virtù darà la parola e la forza per operare prodigi e conquistare bottini gloriosi sui suoi nemici; dormiranno senza oro né argento e, per di più, senza cure, in mezzo ad altri sacerdoti, ecclesiastici e chierici, inter medios cleros (cfr. Sal 77,14); e tuttavia avranno le ali d'argento della colomba, per andare con la pura intenzione della gloria di Dio e della salvezza delle anime, dove lo Spirito Santo li chiamerà, e lasceranno dietro di loro, nei luoghi dove hanno predicato, nient'altro che l'oro della carità, che è il compimento di tutta la legge. Infine, sappiamo che saranno veri discepoli di Gesù Cristo, camminando sulle orme della sua povertà, umiltà, disprezzo del mondo e carità, insegnando la stretta via di Dio in pura verità, secondo il santo Vangelo, e non secondo le massime di questo mondo, senza prendersi alcun disturbo o fare distinzioni, senza risparmiarsi, ascoltare o temere alcun mortale, per quanto potente possa essere.” (https://myriamir.wordpress.com/2015/06/22/propheties-de-saint-louis-marie-grignion-de-Montfort-les-apotres-des-derniers-temps/).

      San Giovanni Paolo II è stato uno di questi apostoli degli ultimi tempi, o meglio l'apostolo modello degli ultimi tempi profetizzato da San Luigi Maria. Si consacrò al Cuore Immacolato di Maria secondo la formula di San Luigi Maria Grignion de Montfort: “Totus tuus”. Era un apostolo della Croce e un apostolo del Rosario. Il suo insegnamento ha veramente illuminato l'oscurità del suo tempo in Polonia, e poi in tutto il mondo. Ha combattuto coraggiosamente il nazismo, il marxismo e il liberalismo senza Dio. Lui è il nostro modello. Alziamoci! Andiamo! Corraggio!

    Don Stefano Gobbi ha trasmesso con coraggio le locuzioni che ha ricevuto dal Cuore Immacolato di Maria. Citiamo la conclusione del libro blu: “Tutto vi è stato svelato: il mio disegno vi è stato predetto soprattutto nel suo meraviglioso evittorioso compimento. Vi ho annunciato il trionfo del mio Cuore Immacolato nel mondo. Alla fine il mio Cuore Immacolato trionferà. Questo avverrà nel più grande trionfo di Gesù, che porterà nel mondo il suo glorioso regno diamore, di giustizia e di pace e farà nuove tutte le cose.Aprite i cuori alla speranza. Spalancate le porte a Cristo che viene a voi nella gloria. Vivete l'ora trepida di questo secondo Avvento. Diventate così i coraggiosi annunciatori di questo suo trionfo, perché, voi piccoli bambini a Me consacrati, che vivete del mio stesso spirito, siete gli Apostoli di questi ultimi tempi. Vivete come fedeli discepoli di Gesù, nel disprezzo del mondo e di voi stessi, nella povertà,nella umiltà, nel silenzio, nella preghiera, nella mortificazione, nella carità e nell'unione con Dio, mentre siete sconosciuti e disprezzati dal mondo. È giunto il momento di uscire dal vostro nascondimento per andare a illuminare la terra. Mostratevi a tutti come figli miei, perché Io sono sempre con voi. La fede sia la luce che vi illumina in questi giorni di oscurità, e vi consumi solo lo zelo perl'onore e la gloria di mio figlio Gesù.” Nostro Padre e nostra Madre avevano un gran desiderio di essere apostoli degli ultimi tempi nel carisma degli apostoli dell'Amore. Bruciavano d'amore per Gesù, per farlo conoscere, per farlo amare e per far trionfare la Verità che è Dio. Allora, seguendoli, andiamo avanti per illuminare le fitte tenebre del nostro mondo!

  • La fitta oscurità del nostro tempo

    È attraverso la proclamazione della Verità rivelata che questa fitta oscurità del nostro tempo sarà superata. Non usiamo la violenza, la menzogna o le tecniche di manipolazione. Imitiamo Gesù, mite e umile di cuore, coraggioso ed energico nell'annunciare la Verità senza paura dell'opposizione, delle contraddizioni e delle persecuzioni. Nostro Signore non si è tirato indietro al momento della sua condanna a morte e della crocifissione. Abbiamo fiducia: la verità si impone con la forza della verità. Perciò proclamiamo con coraggio la Verità che rende liberi (Gv 8,31-47) nella dolcezza dell'amore.

  • La luce della fede

     La Chiesa sta vivendo il suo Venerdì Santo. Non dubitiamo né di Gesù né della sua Chiesa in questi tempi in cui dei ministri ordinati e delle persone consacrate hanno gravemente e colpevolmente sfigurato il suo volto. Ma la Chiesa di Gesù, nonostante questi crimini e tradimenti, rimane Una, Santa, Cattolica e Apostolica. Il Vangelo che proclama è la pienezza della Rivelazione, la Verità incarnata. La nostra Fede è un atto di obbedienza a Dio che si rivela. La luce della Fede è superiore alla luce della ragione umana, perché è partecipazione alla scienza di Dio. Gesù disse ai suoi discepoli dopo aver proclamato le otto Beatitudini: “Non si accende una lampada per metterla sotto il moggio, ma sul candelabro, e così fa luce a tutti quelli che sono nella casa. Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano le vostre opere buone e rendano gloria al Padre vostro che è nei cieli.” (Mt 5,15-16). Alziamoci! Andiamo! Siamo più coraggiosi nel testimoniare senza paura la luce della Fede per aiutare i nostri contemporanei a superare le fitte tenebre del nostro tempo e a conoscere la vera gioia e felicità in Dio.

  • Santità

     La proclamazione esplicita della Fede non è sufficiente per aprire il cuore dei nostri contemporanei alla luce della Fede, è importante che diamo la testimonianza della santità. Gesù, nel Discorso della Montagna (Mt 5-7), ha rivelato in cosa consiste la santità: l'adempimento della volontà di Dio Padre. Decidersi per la santità è rifiutare le ideologie che vogliono cambiare il mondo e la Chiesa, per aderire solo ai 12 articoli del simbolo degli Apostoli, i 7 sacramenti, i 10 comandamenti di Dio, e vivere nel soffio dello Spirito Santo attraverso le Beatitudini, attaccati alla Madonna delle Nevi e consacrati al suo Cuore Immacolato. Venite numerosi a chiedere a Nostra Signora delle Nevi a St-Pierre-de-Colombier, l'11 e 12 dicembre o il 18 e 19 dicembre, le grazie per illuminare con la luce della Fede e della santità le fitte tenebre del nostro tempo. Nostra Signora delle Nevi vi benedirà.

4) Formazione

      Vi invitiamo ad approfondire o ripassare l'Enciclica di San Giovanni Paolo II Evangelium Vitae in un momento in cui la vita umana è sempre più minacciata dal concepimento alla sua fine naturale. Cerchiamo di essere testimoni coraggiosi di tutta la vita umana.

5) Azione, missione

      Testimoniamo senza paura attraverso i nostri presepi che il Natale è la festa della nascita di Gesù. Aiutiamo i nostri familiari, amici e contemporanei a non vivere un Natale superficiale. Non sprechiamo. Tanti fratelli e sorelle in questo mondo mancano del necessario per vivere.

    Vi benedico affettuosamente e vi assicuro la preghiera e l'affetto di Madre Magdeleine, che soffre e offre per tutti noi, nonché la preghiera dei nostri fratelli e sorelle. Grazie per le vostre preghiere, la vostra generosità, il vostro affetto e il vostro attaccamento alla nostra Famiglia Missionaria di Nostra Signora. Buon Avvento e Santo e Buon Natale 2021. Non cessiamo di pregare e di offrire per il sito Madonna delle Nevi.

Padre Bernard

Che cosa vuoi fare ?
Consulta la consegna spirituale
GIugno 2022: Donarsi è il bisogno dell’amore!
Prega in diretta l'ufficio divino
Informati sulle nostre novità
Iscriviti alle nostre attività
Fòrmati con i nostri dossiers