Comunicato della Famiglia Missionaria della Madonna delle Nevi

Pubblicato da

Comunicato della Famiglia Missionaria della Madonna delle Nevi

Sulla posizione del Parco Naturale dei Monti dell'Ardèche sul progetto di costruzione a Saint Pierre de Colombier

La Famiglia Missionaria della Madonna delle Nevi ha preso atto del comunicato stampa del Parco Naturale Regionale dei Monti dell'Ardèche del 30 gennaio 2020, in cui il Parco esprime ufficialmente la sua posizione "contro questo progetto".

La Famiglia Missionaria desidera fornire alcune precisazioni dopo la pubblicazione di questo comunicato.

- Nel comunicato stampa, lo stesso avvocato del Parco sottolinea  che "la procedura cosiddetta 'caso per caso' che ha portato all'esenzione dallo studio d'impatto è una procedura adeguata per questo tipo di progetto." Questo è un riconoscimento della serietà con cui è stato condotto questo progetto.

- Per quanto riguarda la data in cui il Parco è venuto a conoscenza dell'esistenza del progetto, è bene fornire fatti precisi in modo onesto. La Presidente del Parco Naturale dei Monti dell'Ardèche non può aver appreso di questo progetto nella primavera del 2019, poiché il 18 marzo 2019 ha scritto una lettera al Prefetto dell'Ardèche, in cui affermava che il Parco aveva trasmesso informazioni sul nostro progetto "al DREAL Alvernia Rodano Alpi nel novembre 2018"... Interpellata su questa contraddizione via lettere del 28 agosto 2019 e del 4 ottobre 2019, il Presidente del Parco non ha voluto rispondere su questo punto...

- Il Parco deplora la mancanza di benefici economici del progetto al livello locale. Questa osservazione è ingiusta. Attualmente, 9 aziende della Comunità dei Comuni sono impiegate in questo progetto, di cui 4 di Saint Pierre de Colombier. In totale, più di 20 aziende del bacino di Aubenas sono già state invitate a lavorarci.

- Evidenziamo che 8 dei 24 rappresentanti eletti chiamati a esprimersi non hanno voluto approvare il comunicato stampa del Parco, che quindi non ha avuto l'unanimità. Inoltre, nessuno dei funzionari eletti del nostro territorio si è opposto, nonostante le pressanti e importune sollecitazioni degli oppositori. Anche gli auguri (di inizio anno) del Presidente della Comunità dei Comuni dello scorso 25 gennaio sono stati disturbati: due interventi dei rappresentanti eletti sono stati interrotti in modo irrispettoso. La Famiglia Missionaria della Madonna delle Nevi deplora questa mancanza di rispetto e di civiltà.

- Interpellata anche due volte per posta sulla natura antireligiosa di alcune manifestazioni a cui hanno partecipato dei funzionari del Parco, il Presidente non ha voluto rispondere nemmeno su questo...

L'aspetto ecologico è stato preso in considerazione nel progetto e affontato a monte. Uno studio ambientale è stato redatto da uno studio di ingegneria specializzato nel settore ambientale, che ha indicato le misure di prevenzione e riduzione dell'impatto da prendere in considerazione. La dimensione ambientale è stata anche oggetto di collaborazione con i tecnici del Parco, per quanto riguarda l'attraversamento per la piccola fauna, la cui possibilità di inserimento è stata integrata nel progetto su richiesta del Parco.

- La Famiglia Missionaria di Notre-Dame si rammarica, infine, che il Parco sembri fare il doppio gioco, chiedendo miglioramenti e dichiarandosi allo stesso tempo contrario al progetto... Questo è ben lontano dal distensivo discorso ufficiale aperto alla collaborazione, che si è tenuto nell'ufficio del Prefetto il 18 luglio 2019, dove il Parco, attraverso il suo presidente, si era proposto di porsi come partner in un dialogo costruttivo, per trovare insieme valide soluzioni.

La Famiglia Missionaria della Madonna delle Nevi ribadisce di aver seguito la procedura legale (che il comunicato del Parco conferma). E rinnova la volontà di tenere conto dell'aspetto ecologico e ambientale nell'ambito del suo progetto.

 

Che cosa vuoi fare ?
Consulta la consegna spirituale
Luglio 2020: servire Gesù e la Chiesa
Prega in diretta l'ufficio divino
Informati sulle nostre novità
Iscriviti alle nostre attività
Fòrmati con i nostri dossiers